montemurro
Prodotti tipici Lucani
Organic Wine
 
   

NEWS dalla Val D' Agri

Leggi tutte le News »
 
 

Dove dormire in Val d'Agri

 
 

Dove mangiare in Val d'Agri

 

Info utili Val d'Agri

 

Basilicata

 

Info turistiche

 
 

MONTEMURRO

 
 

L'insediamento abitativo di Montemurro trae origine dalla diaspora degli abitanti del nucleo originario romano di Grumentum, quando intorno all'anno 1000, in seguito alle invasioni saracene, si arroccarono in difesa, sulla cima delle colline d'intorno. Altri sostengono che fosse stato fondato proprio dai Saraceni. Le frazioni del paese di Servigliano e Valleranno conservano la radice originaria romana di villa di Servilio e Villa di Valerio; inoltre lo stesso nome di Montemurro (mons morus) ricorda le invasioni saracene.

Recenti ritrovamenti archeologici hanno però accertato l'esistenza di un insediamento lucano del IV sec a.c. a testimonianza della posizione favorevole del sito. In seguito la Comunità Basiliana ha dato impulso alla vita del paese, che nel corso dei secoli è stato feudo ambito prima della Chiesa e in seguito delle famiglie Carafa e Sanseverino.

Il Comune era fiorente nel XIXsec per le attività di concia, di ceramica e tessile.

Alla fine del Regno Borbonico i patrioti Nicola e Giacinto Albini (quest'ultimo eletto Governatore della Basilicata da Garibaldi) furono animatori delle innovazioni che pervasero l'Italia e solo un disastroso terremoto, di cui Montemurro fu l'epicentro, ne ha indebolito le attività. Ancora oggi "la perla della Val d'Agri" è al centro di notevoli attività culturali, in seguito all'impulso che ha avuto da una notevole scuola pittorica tra il 500 ed il 600 rappresentata dai fratelli Manecchia e dai Sellitto, padre e figlio, e soprattutto dal suo figlio più illustre, il poeta Leonardo Sinisgalli, (1908-1981) riconosciuto tra i Grandi del Novecento fra gli Ermetici., oltre ad essere stato esperto di comunicazione e tecniche pubblicitarie.

Il Comune oggi gode di un'economia essenzialmente agricola, i cui prodotti ricadono nella filiera di produzione dei Prodotti Tipici Alto Agri, con tanti oliveti, vigneti, frutteti e pascoli che ricoprono le colline offrendo scenari naturali di particolare bellezza, inclusi nel Parco Nazionale della Val d'Agri. La storica Cooperativa Olivicola, fondata nel 1914 e da allora sempre operante, produce con circa 240 soci, un'olio DOP dalle straordinarie qualità organolettiche.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Previsioni meteo

Portali consigliati